+393479672304
info@rpaitaly.it

La mia vision in merito a “RPA Italy”

Ready to become more creative, efficient and innovative

Il mio viaggio nel mondo dell’RPA è cominciato nel 2014 e la mia azienda personale, la GETINET, ha fornito soluzioni di RPA fino alla fine dell’anno 2017. Per cui risulta alquanto curioso scoprire che la prima definizione di RPA su Wikipedia sia stata introdotta solo nella seconda metà dell’anno 2015, il che evidentemente conferma la recente esplosione di questo nuovo settore ed il rapido sviluppo di tutte le tecnologie relative all’automazione dei processi aziendali, il cui numero di fornitori sta crescendo ogni mese.

Nella mia vision, il reale compito di RPA Italy è innanzitutto quello di rendere persone ed imprese consapevoli del fatto che il concetto di Lavoro umano sta semplicemente evolvendo in modo permanente, e non certo diminuendo: si sta alimentando una discussione globale da cui prudentemente si può desumere che l’RPA rappresenta di fatto la più grande opportunità per i lavoratori di diventare più creativi, efficienti ed innovativi. Inoltre il numero di nuovi lavori disponibili dovrebbe superare il numero dei lavori persi a causa dell’impiego dell’RPA. Per ricapitolare: più spazio alla creatività ovunque ed un grande cambiamento di mentalità per tutta l’umanità.

Io spero di trasferire questo messaggio e dare supporto concreto per mitigare sentimenti di riluttanza e scetticismo, ancora così diffusi nelle realtà lavorative più tradizionali. Una nuova era di Intelligenza Artificiale (ben nota come AI) sta avanzando verso di noi senza alcuna esitazione, ed il matrimonio tra RPA ed AI, ormai ben avviato, sarà a mio avviso la migliore arma contro qualunque approccio a lavori ripetitivi ed insoddisfacenti: tutti gli esseri umani cominceranno finalmente a sognare e solcare le porte del mondo di domani, godendo di aria fresca e tecnologie entusiasmanti, grazie al raggiungimento di migliori livelli di produttività.

In questa fase di grandi e veloci cambiamenti io vorrei rendere gli utenti finali capaci di distinguere l’RPA di qualità da un RPA solo di nome, ed intendo dare maggiore attenzione ai seguenti argomenti: la reale innovazione introdotta dai numerosi fornitori di piattaforme RPA e l’eccellenza di fornire soluzioni di RPA creando valore aggiunto. Non pretendo certo di diventare Giudice o Ispettore, voglio solo offrire il mio parere sulla base della mia vision e facendo leva sul mio network, fatto di imprese ed esperti RPA sinceri, possibilmente nella speranza di consolidare una sorta di standard, tipo un protocollo, per fornire aggiornamenti onesti ed imparziali su questo nuovo ed eccitante mondo che sta creando grandi opportunità di lavoro e sorprese inattese.

Luca Porcari, Presidente

Lascia un commento